15+ Scherzi di compleanno (dai 18 ai 60 anni)

scherzi per compleanno

Per rendere un compleanno strepitoso non bisogna pensare soltanto al buffet e alla musica. Rallegrare l’evento con degli scherzi alla persona che festeggia ma anche agli ospiti è quello che ci vuole per rendere quel giorno indimenticabile.

In questo articolo proveremo a darti degli spunti per organizzare degli scherzi divertenti, geniali e adatti per tutte le età, per un ragazzo o una ragazza, per un uomo o per una donna. Che sia un adolescente a festeggiare o il nonno, le risate sono assicurate.

 

Scherzi per chi festeggia

La telefonata

Mancano poche ore alla festa e sicuramente tutto è già pronto… la persona che festeggia, però, riceve una telefonata nella quale qualcuno che non conosce, fingendosi un impiegato comunale, annuncia che per quella sera nel quartiere non possono circolare né auto né pedoni.

Tra i motivi più improbabili:

– disinfestazione delle strade a causa di un invasione di cavallette;

– in città sono stati avvistati degli animali feroci fuggiti da un circo di passaggio;

– serata di lutto comunale per la dipartita del criceto del sindaco;

– ci sarà una manifestazione di terraconisti, che sono tipi piuttosto pericolosi…

Insomma, inventate qualcosa di strambo. Ciò che conta è mantenere un tono serio e ammonire con decisione ogni obiezione. È d’obbligo registrare la telefonata per farla ascoltare a tutti durante la festa.

 

I messaggi

Organizzatevi con tutti gli invitati o con buona parte di loro. Prima della festa, tutti dovranno mandare ad orari prestabiliti un messaggio di disdetta per i motivi più assurdi. Chi festeggia potrà essere comprensivo con i primi due, ma quando a disdire saranno in molti, comincerà a chiedersi cosa sta succedendo. Lasciate che frigga nel dubbio, ma senza esagerare. Gli scambi di messaggi più divertenti potranno poi essere letti durante la serata.

 

Idea regalo collettiva

Tutti gli invitati hanno pensato di fare un regalo collettivo e si presenteranno alla festa con un grande scatolone incartato a dovere. Diranno che, anche se condiviso, è un regalo che tornerà utile e che hanno messo tutto il loro impegno.

Sembrerà qualcosa di grandioso per dimensioni e aspetto… peccato che all’apertura verrà fuori qualcosa di molto deludente: un indumento dal dubbio gusto, un accessorio per la casa spudoratamente economico, come un cestino dell’immondizia, o un prodotto per la cura personale che come idea regalo fa pena: un pacco di carta igienica maxi-formato, per esempio.

Attenzione: è d’obbligo presentarlo con entusiasmo e crederci. Funzionerà se chi festeggia si convincerà che siete seri e vi ringrazierà con uno strano ghigno sulla faccia. Non date il vero regalo nelle due o tre ore successive.

 

La festa interrotta

Tutto procede bene: c’è buon cibo, buona musica, ci si diverte… ma ad un certo punto tutti devono andarsene e lasciano la festa a metà. Uscite davvero e allontanatevi il più possibile dalla festa, in modo che tutto sembri credibile. Lasciate che la persona che compie gli anni si chieda cosa sta succedendo per qualche minuto e poi, chiaramente, ritornate.

 

Scherzi agli invitati

Il vip

È il tuo compleanno e tutti sono già arrivati alla tua festa. Il problema è che quello è il tuo giorno e tu non puoi mischiarti con i comuni mortali. Comportati prendendo il peggio dalle star, banalizzando i regali che ti offrono, mantenendo le distanze e obbligando tutti a darvi del voi… valuta tu quanto tempo far durare la messinscena prima che ti mandino a quel paese.

 

Il buffet

I tuoi ospiti si aspetteranno leccornie di ogni genere sul buffet… peccato che qualcosa sia andato storto e tu abbia dovuto provvedere con ciò che avevi in casa. Prepara cestini di pane, zuppe di legumi e sbobbe di ogni sorta, scusandoti per l’inconveniente. Goditi le loro facce deluse prima di tirare fuori il vero buffet.

 

Fuori tempo

Diamo inizio alle danze: metti su la musica… e fa’ che sia quella la meno adeguata possibile. Se i tuoi invitati hanno un età media al di sotto dei 30 anni, opta per gli artisti e le hit dei vetusti anni ‘50. Se invece l’età media è al di sopra dei 30-40 anni, il trap farà accapponare la pelle a tutti.

Forse faranno finta di nulla per i primi dieci minuti, ma quando vedranno l’aria che tira, comincerà il dissenso. Goditi le reazioni prima che… la musica cambi.

 

Giochi divertenti da fare insieme

Quelli appena elencati erano scherzi veri e propri mirati a creare situazioni assurde per creare disagio o imbarazzo. Erano idee che tu potresti variare a tuo piacimento o che possono darti l’ispirazione giusta per architettare altre situazioni paradossali.

Vediamo ora dei giochi divertenti da fare tutti insieme. Per comodità li suddivideremo per fasce d’età, ma non è una classificazione perentoria. Uno scherzo per la categoria 18 anni potrebbe andar bene per degli over 60 piuttosto arzilli e viceversa

 

18 – 30 anni

L’augurio di gruppo

Decidete a chi fare questo scherzo e poi ditegli che tutti insieme volete urlare un augurio per la persona che festeggia… Iniziate con il conto alla rovescia ma invece di urlare, tacete, facendo in modo che sia solo la persona prescelta a gridare.

Un consiglio per la riuscita: non scegliete una persona troppo timida o, aspetterà che siano prima gli altri ad urlare per unirsi in seguito. Prendete di mira qualcuno che sia abbastanza spigliato e che sicuramente aprirà il coro. In questo modo lo scherzo riuscirà perfettamente.

 

Il quiz a pegno

Prepara delle domande di media difficoltà da rivolgere a tutti gli ospiti a turno. Chi indovina passa il giro, ma chi sbaglia deve pescare da un contenitore un bigliettino arrotolato sul quale c’è scritto il pegno da pagare.

Possono essere pegni canori, come cantare una canzone cambiando le parole (pronunciare ogni parola con le stesse vocali, usare il proprio nome nel testo, cantare un testo sulle note di un altro, ecc), bere uno shot, rispondere a domande imbarazzanti… fate un po’ voi.

 

Domande scottanti

Preparate un sacchetto contenente dei sassi, delle biglie, dei bigliettini o qualunque altra cosa pari al numero dei partecipanti meno uno. Il pezzo che manca deve essere differente da tutti gli altri.

A turno si pesca dal sacchetto. Chi prende quello diverso verrà sottoposto ad un interrogatorio scottante da parte di tutti gli altri. L’obbligo è quello di dire la verità.

Per rendere il gioco più divertente, si può anche stabilire un tribunale di menzogna, che deve decidere, dalle reazioni e dalle risposte alle domande, se l’interrogato mente oppure dice il vero.

In caso di menzogna potrebbe scontare una penalità a vostra scelta. Chi già viene interrogato non pescherà ai prossimi giri, in modo che prima o poi tutti verranno sottoposti all’imbarazzante interrogatorio.

 

40-50 anni

Pregi e difetti

A turno, ciascuno dice tre propri pregi. Gli altri interverranno dopo tirando fuori i difetti o aneddoti bizzarri sul suo conto. Un modo simpatico e divertente per sapere anche cosa pensano gli altri su qualcuono, cosa che di certo non farà male alla vittima di turno.

 

Stranezze

Si sceglie un banditore, mentre gli altri parteciperanno al gioco. Bisogna menzionare abitudini strani, vizi divertenti o azioni imbarazzanti, ma non troppo, altrimenti tutti faranno finta di nulla, meglio se legate all’infanzia).

Per esempio: “Chi ha mai preso una nota imbarazzante a scuola?”

Oppure: “Chi da piccolo usava i propri amici per ottenere qualcosa dai genitori perché se lo chiedi tu dicono di sì?”

Ci sono due varianti. La prima è con le coppie e in questo caso a rispondere alle domande non è la persona ma il suo partner. Per esempio “chi mangia barattoli di nutella a cucchiaiate?” e compagni e compagne potranno indicare il partner colpevole.

La seconda è fare domande aperte. Per esempio: “Qual è la nota più imbarazzante che avete preso a scuola?” e tutti racconteranno la vicenda che ha portato a tanto.

 

Storie strambe

Tutti ricevono un foglio sul quale scrivono l’inizio di un racconto. Il foglio va ripiegato in modo che il testo precedente non si legga. Nella parte visibile, invece, quella stessa persona scriverà una o più domande connesse all’incipit che poi passerà al secondo.

Questo, a sua volta, scriverà la risposta usando la fantasia (senza leggere quello che precede la domanda), ripiegherà nuovamente il foglio, farà la sua domanda e così via. Il fogli possono girare a rotazione, in modo che tutti partecipino a tutte le storie, che verranno poi lette in seguito.

Il risultato sarà una cosa del genere:

Primo partecipante “(personaggio a piacere) ha deciso di cercare lavoro come…”

Domanda “quale animale e perché?”

Secondo: “giraffa perché ha il collo lungo e vive nella savana”

Domanda “chi incontra in quel luogo?”… e così via.

Alcuni testi saranno così bislacchi che faranno ridere a crepapelle. L’unica regola è farsi venire idee quanto più assurde possibile, mettendo in mezzo anche gente conosciuta da tutti o personaggi famosi.

 

Oltre i 60 anni

Vecchie memorie

Se gli invitati al compleanno di una persona anziana hanno una certa età, i più giovani potrebbero far loro domande divertenti per farsi raccontare aneddoti e storie passate. Per esempio: “qual è stata la cosa più strana che hai visto nella vita?”, “cosa ti ha fatto arrabbiare di più in tutta la tua vita?”, e così via.

 

Foto

Potreste prendere delle vecchie foto e chiedere alle persone che compaiono in ciascuna in che occasione è stata scattata, chi erano i presenti e cosa è successo dopo. Se non proprio divertentissimo, di certo sarà interessante.

 

Nomi

Si sa, le persone anziane hanno spesso difficoltà a ricordare i nomi di figli, nipoti, parenti ecc e questo fa sempre sorridere quando accade. Questo gioco tra anziani consiste nel vedere chi riesce a indovinare più nomi senza sbagliare. Un giochino simpatico che può strappare qualche risatine.

 

Conclusione

Avremmo potuto proporti i soliti giochi e scherzi da compleanno, che trovi ripetuti sempre uguali in tutti i siti che trattano l’argomento. Invece abbiamo preferito proporti delle idee originali, come la suddivisione tra scherzi da fare al festeggiato e scherzi da fare agli invitati, per esempio.

Qui trovi sia degli scherzi veri e propri, in grado di far arrabbiare o sbigottire le vittime, sia giochi divertenti da fare insieme per movimentare la serata. Sono idee pensate appositamente per rendere la festa davvero speciale.

Sono idee che puoi adattare alle varie situazioni e contesti nel modo che preferisci. La cosa importante è stabilire un limite. Se scegli di fare il gioco dei difetti e questi si trasformano in insulti e qualcuno se la prende e va via, è chiaro che qualcosa è andato come non doveva andare. Bisogna divertirsi e non rovinare la serata. Per il resto, usa la tua creatività per rendere quel compleanno indimenticabile.

Lascia un commento